Personalia

 


A.Modigliani - Testa di donna

 

Tiziana Soressi è nata nel paese più bello del mondo, Vernasca, sui colli piacentini.

 

Attualmente risiede in un "altrove", ridente località ai confini del suo ultimo viaggio. Sulle carte geografiche è denominato Brianza.

 

Presto si è ammalata di poesia e, siccome la poesia non ha altro medicamento che la poesia, ha pubblicato Mistero e due occhi (ediz. Albatros), La vita � appena (ediz. Ibiskos), Teso il destino (ediz.Tigullio-Bacherontius) e I bambini stanno bene (Editrice Progetto Cultura 2003).

 

I racconti sono incominciati prima dalla memoria, poi dagli intrighi della fantasia. Caduta nel fatale tranello, ha composto La luna nella bottiglia (ediz. Serarcangeli) e La lunga vita (Prospettiva Editrice).

 

La stupefazione dell'infanzia le ha dettato due libri di favole: Un, due, tre�Sole (ediz. Il Grappolo) e Una favola celeste (Ediz. I fiori di campo).

Il conto della meraviglia le è rimasto ancora in sospeso. Salderà il debito a rate. In questa vita o nelle prossime. 

 

Per un destino felice ha conosciuto l' India e l'incontro non è ancora terminato. 

 

Pratica con regolarità lo slancio del volo, essendo la terra troppo pesante e, quando il cielo è bello, risiede fra le nuvole. Con la raccolta L'azzurro non è una parola ha messo le ali. Metafore azzurre per dire poesia. 

 

Con la Mia Lama Ardente  ritaglia l'Amore nella sua densa fattezza e il taglio è una moltiplicazione, la ferita un' elevazione

 

Trappole per sogni è pesca miracolosa di parole, sogni e segni. Qui comincia l'estasi e la rigenerazione. E nulla si disperde.


Per Anna Pi, mia madre è all'origine di tutto: mater e materia.

 

Ha nuovi progetti in cantiere, last but not least... l'eternità.

 

 

 

 

La poesia? La mia vita migliore

 

 

 

 

 

Quasi tutto ho provato della poesia e il resto è niente